Translate

venerdì 11 novembre 2016

Pinocchio Nannipieri

L'Asinone torna a parlare di Nannipieri solo perché è apparso su Facebook questo suo intervento:
"Il duomo della mia città deve essere gratuito, non a pagamento. 
I politici non ne parlano perché hanno paura di mettersi contro al Vescovo. Io non ho paura di niente se difendo un principio sacrosanto."
Siamo strabiliati: un pisano, si perché Nannipieri è pisano, forse anche di periferia, si permette di sciacquarsi la bocca su San Martino e il nostro Vescovo, definendo Lucca, "la MIA città" salvo che, sbugiardato anche sul web, corregge..... nella mia città di... adozione!
Vada retro Satana di un pisanaccio!  Chi ti ha adottato? Nessuno.....ti vuoi appropriare furbescamente da buon Pinocchio, della Lucchesità..... che un pisano MAI e poi MAI potrà avere.
Un bis-pinocchio perchè, assessore al Comune di Cascina, sul sito del Comune, non appaiono ancora le sue dichiarazioni di trasparenza previste dalle legge.
E allora ricordiamo a lui, al suo Sindaco, all'autorità anti-corruzione le pene previste per questa deficienza:   .......l'ammontare della sanzione amministrativa pecuniaria da applicarsi ai sensi dell'art. 7 del vigente Regolamento per la pubblicità e trasparenza della situazione patrimoniale ed associativa degli amministratori e degli altri soggetti obbligati, approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 44 del 16 luglio 2013:
a) sanzione da euro 500,00 (cinquecento) ad euro 6.000,00 (seimila) per la parziale ottemperanza
b) sanzione da euro 3.000,00 (tremila) ad euro 10.000,00 (diecimila) per la totale inottemperanza.











Nessun commento:

Posta un commento